Raffrescatori evaporativi

I raffrescatori evaporativi sono economici e non richiedono un grande impegno per quanto riguarda l’installazione e l’utilizzo: per questi motivi vengono preferiti molte volte ai tradizionali climatizzatori; punti di forza dei raffrescatori evaporativi sono la praticità e la semplicità!

Pannelli evaporativi

I pannelli di raffreddamenti vengono utilizzati nei sistemi che richiedono la massima efficienza di raffreddamento. Possono essere utilizzati per diversi tipi di applicazioni di raffreddamento, ma sono particolarmente indicati per i radiatori evaporativi domestici, commerciali ed industriali.

Destratificatori industriali

You can adjust the layers on tablet and mobile view. Smart Slider 3 allows you to hide any layer of your full width slider on any device.

previous arrow
next arrow
Slider

Pannello evaporativo

Ideali per essere affiancati a raffrescatori evaporativi

Chiedi un preventivo gratuito!

Richiedi un PREVENTIVO GRATUITO ai nostri esperti. Bastano solo pochi minuti!

Compila il modulo cliccando sul bottone sottostante, avendo cura di inserire tutte le informazioni richieste. La tua richiesta sarà inoltrata ai nostri uffici che, senza impegno, si metteranno in contatto con te per proporti la soluzione tecnologica più adatta alle tue esigenze.

I pannelli di raffreddamenti vengono utilizzati nei sistemi che richiedono la massima efficienza di raffreddamento. Possono essere utilizzati per diversi tipi di applicazioni di raffreddamento, ma sono particolarmente indicati per i radiatori evaporativi commerciali e domestici. Ogni pannello a strisce verdi è costituito da fogli di cellulosa caratterizzati da pieghe a inclinazione differente. Il primo foglio ha una piega inclinata di 60° ed il secondo di 30°. Questo design esclusivo assicura un pannello di raffreddamento con elevata efficienza di evaporazione ed allo stesso tempo una caduta di pressione estremamente bassa. Lo sfaldamento è ridotto al minimo e l’acqua non può penetrare poiché viene diretta verso il lato di entrata dell’aria del pannello, dove avviene la maggior parte dell’evaporazione. La procedura di impregnazione della cellulosa assicura un prodotto autoportante, ad elevata assorbenza nonché protetto da deterioramento, quindi di maggiore durata. Il pannello di distribuzione dell’acqua rappresenta una parte essenziale di un sistema completo e deve quindi essere utilizzato in combinazione ai pannelli di raffreddamento. Posizionato sopra il pannello di raffreddamento, assicura una distribuzione uniforme dell’acqua al pannello di raffreddamento e minimizza il rischio di punti secchi.

  • Elevata efficienza di evaporazione
  • Ottime proprietà di umidificazione
  • Bassi costi di esercizio
  • Nessun gocciolamento anomalo
  • Ridotto sfaldamento
  • Autopulente
  • Resistente ed autoportante
  • Massima durata nel tempo
  • Raffreddamento naturale
  • Installazione facile e veloce
  • Ecologico
  • Alta qualità garantita
I pannelli di raffreddamento, ideali per essere abbinati ai sistemi di raffrescamento evaportativi, sono costituiti da fogli di cellulosa ondulati, incrociati e impregnati con resine atossiche. Il pannello di umidificazione funziona grazie allo scambio di energia tra acqua e aria: l’acqua viene distribuita in maniera uniforme sull’intera superficie del pannello; l’energia necessaria per l’evaporazione dell’acqua viene prelevata dall’aria che attraversa i pannelli evaporanti; l’aria in questo modo perde parte della sua temperatura e viene quindi umidificata e raffreddata. I pannelli presentano un’ottima efficienza, bassi costi di esercizio e basse perdite di carico. Il pannello evaporante trova utilizzo nelle sezioni di umidificazioni dell’aria e nei condizionatori di tipo adiabatico.
L’acqua viene ricircolata da una stazione di pompaggio ed alimentata in cima al pannello di raffreddamento mediante un manicotto di distribuzione. Un pannello di distribuzione posto sopra il pannello di raffreddamento assicura una distribuzione uniforme dell’acqua. L’acqua scorre verso il basso nella superficie ondulata del pannello di raffreddamento. Parte dell’acqua evapora per effetto dell’aria calda e secca che attraversa il pannello. Il resto dell’acqua contribuisce al lavaggio del pannello stesso, quindi ritorna nella stazione di pompaggio mediante un sistema di scolo. Il calore necessario per l’evaporazione viene fornito dall’aria stessa, pertanto, l’aria in uscita dal pannello è raffreddata ed umidificata allo stesso tempo, senza apporto supplementare di energia al processo di evaporazione. Il processo di raffreddamento è quindi 100% naturale.
La manutenzione di un raffrescatore evaporativo tale si riduce semplicemente alla pulizia del serbatoio dell’acqua, dei pannelli di cellulosa e alla lubrificazione dei cuscinetti del rotatore una volta a stagione (salvo casi particolari come nelle industrie tessili o in zone con un elevato tasso di polveri in sospensione). I pannelli umidificatori dovranno essere sostituiti una volta ogni tre-cinque anni, in funzione del loro stato. Nei modelli di raffrescatori evaporativi più vecchi si utilizzavano pannelli umidificatori in fibra di legno, sostituiti oggi da quelli in cellulosa trattata, che ha un rendimento migliore e una durata maggiore. I pannelli in fibra di legno dovevano essere sostituiti ogni due tre anni, quelli in cellulosa trattata durano da tre a cinque anni.